Ex comandante Nato ipotizza lo scenario di guerra con la Russia nel 2017

Il generale britannico in congedo Sir Richard Shirreff ha presentato la sua descrizione dello scenario della guerra futura tra la NATO e la Russia nel 2017, riporta il “Financial Times”.

Shashank Joshi, recensore del libro del generale “2017: War With Russia: An Urgent Warning From Senior Military Command” (“2017: guerra con la Russia: un allarme urgente dal Comando militare superiore”) e ricercatore senior presso il Royal United Services Institute, rileva che prima di andare in pensione 2 anni fa Shirreff ricopriva uno degli incarichi più alti nell’Alleanza Atlantica: era vice comandante supremo delle forze alleate in Europa.

L’idea del libro viene descritta dal generale in modo abbastanza semplice: “le decisioni politiche e militari che prendiamo ora e che abbiamo già preso ci spingono ad una futura guerra con la Russia.”

Secondo Joshi, l’opera di Shirref è un fallimento letterario, un thriller dinamico e tecnologico, un appello di guerra indirizzato all’Occidente.

“Questo libro riversa fuori tutta la rabbia accumulata non su Mosca, ma sui politici di Londra e Berlino “mezzi pacifisti” che, secondo Shirreff, sono pigmei morali di fronte alla minaccia incombente”, — ritiene Joshi.

Il ruolo del cattivo nel libro viene attribuito ad un personaggio che ricorda il presidente russo Vladimir Putin.

Il suo piano strategico è “aumentare il flusso di profughi in Turchia attraverso il bombardamento di obiettivi civili e conseguentemente aumentare ulteriormente la pressione sulla UE.”

Secondo Shirreff, i leader tedeschi vengono raffigurati come adulatori di Mosca, rileva Shashank Joshi.

“In Germania possiamo contare su docili sciocchi che credono a quello che leggono sulla Russia su “Spiegel”, si vanta l’immaginario ministro degli Esteri russo. Il rappresentante della Germania nella NATO si ingozza avidamente di cioccolato prima di mettere il veto all’adozione di misure urgenti per la difesa. L’ambasciatore della Grecia, senza essere nemmeno mascherato è l’ex ministro delle Finanze greco Yanis Varoufakis, a sua volta è ossessionato dalla “fratellanza ortodossa di Atene con la Russia.”

Il generale si scaglia contro il governo di David Cameron: nel libro di Shirreff, il primo ministro britannico riesce a divincolarsi dai suoi impegni verso la NATO anche quando la Russia conquista la Lettonia.

“Non abbiamo bisogno di preoccuparci della Russia e di tutti i tipi di tagli delle nostre armi convenzionali, — dice il personaggio del libro. — Siamo protetti dal deterrente nucleare indipendente “Trident”.

Nel libro il presidente degli Stati Uniti è una donna: “ha capelli bianchi tinti,” le piace “sottolineare la sua femminilità indossando sempre una gonna.”

“Ma se non si presta attenzione a tutte queste descrizioni di bassa leva, è importante notare che l’ex vice comandante supremo delle forze NATO urla che la task force di reazione rapida è una farsa e che per il trasferimento di attrezzature e munizioni dalla Germania in Polonia ci vogliono 2 settimane,”- osserva il recensore.

Sir Richard Shirreff non è un caso isolato, le sue preoccupazioni sulle capacità militari dell’Alleanza Atlantica in varie forme sono condivise dagli esperti militari. Recentemente, il centro di ricerche strategiche americano “Rand” ha condotto una serie di simulazioni di guerra, in base a cui gli analisti sono giunti alla conclusione che la NATO non è capace di difendere efficacemente il territorio dei suoi Paesi più vulnerabili, aggiunge Shashank Joshi.

da Sputniknews.com

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...