Germania: il ministro degli Esteri tedesco Gabriel sostiene il Qatar

mideast-iran-germany_horo-e1437436427125Germania: il ministro degli Esteri tedesco Gabriel sostiene il Qatar

L’Arabia Saudita, imbaldanzita dall’appoggio incondizionato del presidente Usa Donald Trump, punta a imporsi come potenza regionale dominante nella Regione mediorientale.

A Berlino, pero’ – riferisce la stampa tedesca – la durissima offensiva diplomatica del mondo arabo sunnita contro il Qatar, che pare puntare all’isolamento completo e a una rinnovata tensione con l’Iran, ha incontrato aperta disapprovazione. Il ministro degli Esteri tedesco, Sigmar Gabriel, ha contestato duramente l’isolamento dell’Emirato, rivolgendo al contempo un nuovo attacco al presidente Usa: “A quanto pare, qualcuno ah deciso di isolare completamente il Qatar e di colpirlo a livello esistenziale. Questo modo di agire alla Trump nel trattamento degli interlocutori e’ particolarmente pericoloso in una regione gia’ sconvolta dalle crisi”, ha dichiarato il ministro al quotidiano “Handelsblatt”. “Un’ulteriore escalation non serve a nessuno. Il Medio Oriente e’ una polveriera politica e militare, dove conflitti religiosi, etnici, politici e ideologici dividono ora anche le monarchie del Golfo. Sono molto preoccupato per la drammatica escalation della situazione e per le conseguenze per l’intera regione“.

Il ministro ha puntato l’indice contro la politica di Trump nel Medio Oriente, sottolineando in particolare gli accordi multimiliardari per al fornitura di armi all’Arabia Saudita: “Gli ultimi giganteschi contratti di armamenti del presidente usa Trump con gli Stati del golfo aggravano il rischio di una corsa agli armamenti nella regione. Questo e’ un approccio politico completamente sbagliato e certamente non e’ quello della Germania“. I problemi relativi alla lotta contro l’Isis sono tali che non e’ certo il caso di causare “una disputa fra vicini”, ha ammonito il ministro. Gabriel incontrera’ presto a Berlino il ministro degli Esteri saudita, Adel Al-Jubeir. “Da questo incontro capiremo di piu’ circa i motivi delle dure misure messe in atto dai sauditi”, ha concluso.

Gli antagonisti adottano la linea comune con la Turchia

Il presidente turco Recep Tayyip Erdogan ha parlato agli ambasciatori in Turchia della sospensione delle relazioni diplomatiche con il Qatar da parte di sei paesi arabi. “Trovo ingiuste le sanzioni applicate al Qatar. Faremo di tutto per favorire una soluzione e continueremo a sviluppare le nostre relazioni con questo Paese“. La Turchia e’ il settimo Paese nel mondo per gli investimenti di Doha. Secondo Erdogan l’atto sarebbe “un gioco dietro le quinte” che al momento “non si puo’ interrompere”.

Il presidente ha poi ribadito che l’organizzazione eversiva di Fetullah Gulen, imam e finanziere residente negli USA accusato del golpe dello scorso 15 luglio, e’ responsabile dell’omicidio del l’ambasciatore russo Andrej Karlov avvenuta lo scorso dicembre. In ultimo il presidente ha ripetuto la propria condanna nei confronti dei curdi siriani del Pyd, che hanno ricevuto armi e sostegno da Washington. “Un gruppo terroristico non puo’ essere una forza democratica; una situazione che non si risolve proclamandosi amici della Turchia, ma sospendendo il sostegno a chi vuole ripulire il sangue dell’Isis con altro sangue”, ha sottolineato.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...