L’Egitto mantiene il controllo sulle ONG e Think Thank, Washington revoca gli aiuti

c_2_articolo_3069530_upifoto1f

EGITTO: USA BLOCCANO AIUTI MILITARI AL CAIRO, SALTA INCONTRO SHOUKRY-KUSHNER A CAUSA DEL CONTROLLO ESERCITATO SULLE ONG

In base alla nuova legge ratificata a maggio dal presidente Abdel Fatah al Sisi, il governo ha il potere di decidere chi può aprire una ONG e quale tipo di lavoro possono fare

Non informare il governo sulle attività delle ONG può comportare una condanna a cinque anni di carcere e 55mila dollari di sanzione

IL FILO ROSSO: MA CHE C’ENTRANO POLITICHE E SCELTE GOVERNATIVE CON ORGANIZZAZIONI NON GOVERNATIVE?

Ci sarebbe la decisione USA di bloccare 195 milioni di aiuti militari all’Egitto e di ritirare altri aiuti del valore di 96 milioni di dollari dietro la decisione del ministro degli Esteri egiziano Sameh Shourky di annullare l’incontro con Jared Kushner, consigliere e genero del presidente americano Donald Trump.

La nuova strategia americana, messa a punto sulla base delle preoccupazioni riguardo alle nuove leggi che limitano le ONG, è stata comunicata ieri dal segretario di Stato Rex Tillerson a Shourky al telefono, come confermato da fonti anonime del Dipartimento di Stato americano.

Il colpo più duro subito dall’Egitto, sottolinea il “Washington Post”, riguarda i 195 milioni di dollari in aiuti militari, che avrebbero dovuto aiutare l’Egitto ad affrontare le minacce di sicurezza interna e a combattere il terrorismo. I soldi non spesi sarebbero stati restituiti al Congresso alla fine nell’anno fiscale, ma Tillerson ha deciso di sospendere il finanziamento fino a quando l’Egitto non farà progressi in ”settori prioritari”, ovvero i diritti umani e le organizzazioni di beneficenza, il cui operato non deve più essere considerato illegale.

Il capo della diplomazia di Washington ha poi deciso la sospensione di altri 65,7 milioni di dollari in aiuti militari all’Egitto e di 30 milioni di dollari in aiuti economici, da destinare ad altri Paesi. Al momento Washington non ha ancora stabilito chi saranno i nuovi destinatari. ”Vogliamo mandare un messaggio, non siamo contenti per la mancanza di passi in avanti nei diritti umani e riguardo alla legge sulle ONG, vogliamo vedere miglioramenti”, ha detto un funzionario del Dipartimento di Stato.

In base alla nuova legge ratificata a maggio dal presidente Abdel Fatah al Sisi, il governo ha il potere di decidere chi può aprire una ong e quale tipo di lavoro possono fare.

Prevede anche che vengano approvate le donazioni superiori ai 550 dollari. Non informare il governo sulle attività delle ONG può comportare una condanna a cinque anni di carcere e 55mila dollari di sanzione.

Providentia_H

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...