Uzbekistan-Italia: il successo delle Free Industrial Economic Zone (FIEZ)

Le strategie di azione nei cinque settori prioritari della Repubblica dell’Uzbekistan dal 2017 al 2021

Nei prossimi cinque anni l’Uzbekistan intende ridurre l’importazione di graniti in ceramica, lanciando una serie di impianti moderni: un altro grande impianto per la produzione di graniti in ceramica sara’ messo in funzione entro la fine del 2018 nella zona economica libera “Angren”, secondo il progetto della societa’ italiana “Siti B & T Group“. I partner stranieri prevedono di produrre 4,5-5,5 milioni di metri quadrati di prodotti l’anno. Il costo complessivo del progetto superera’ i 37 milioni di dollari statunitensi.

KNOW HOW ITALIANO E CAPITALI CINESI IN UZBEKISTAN

1280px-flag_of_uzbekistan-svg

E’ stato messo in funzione un nuovo impianto per la produzione di graniti in ceramica e piastrelle in ceramica nel territorio della zona economica libera “Angren”. L’impianto e’ dotato della moderna linea tecnologica a risparmio energetico della societa’ italiana Sacmi Imola SC. Secondo quanto riferisce una nota dell’ambasciata uzbeka in Italia, la capacita’ annuale dellasocieta’ “National Ceramics Ltd.” e’ di 4,5 milioni di metri quadrati di prodotti: 2 milioni di metri quadrati di graniti in ceramica e 2,5 milioni di metri quadrati di piastrelle in ceramica.

Il costo del progetto e’ di 21,1 milioni di dollari statunitensi. La societa’ cinese Gulf Cable Trading ha stanziato 20,9 milioni di dollari statunitensi per il finanziamento diretto di questo progetto. Si prevede che piu’ del 30 per cento della produzione totale sara’ esportata nei paesi dell’Asia Centrale, del Comunita’ degli stati indipendenti (Csi) e di altri paesi.

Su iniziativa del presidente uzbeko Shavkat Mirziyoyev e’ stato adottato il programma di Stato per l’attuazione della strategia d’azione per i cinque settori prioritari della repubblica dell’Uzbekistan negli anni 2017-2021, che consentira’ di accrescere l’economia del paese a un nuovo livello. Il capo dello stato ha notato che “il consistente aumento del volume degli investimenti, messa in funzione di moderni impianti di produzione favorisce concretamente lo sviluppo economico del paese, la creazione di nuovi posti di lavoro, l’attuazione di importanti programmi sociali, e la cosa piu’ importante migliora ulteriormente il livello e la qualita’ della vita della popolazione“.

Secondo varie stime, ora nel mondo ci sono tra 400 e 2000 delle zone franche.

L’Uzbekistan conduce un ampio lavoro sulla creazione e lo sviluppo delle zone economiche libere, dando impulso allo sviluppo dei singoli territori, attirando gli investimenti propri ed esteri.

L’adozione nel 1996 della legge “Sulle zone franche”, un regolamento sulle questioni legislative della creazione e l’effettivo funzionamento delle zone franche nella repubblica, ha rappresentato il primo passo in questo settore.

Nel 2008 e’ stata istituita la zona economica libera industriale “Navoi”, nel 2012 le zone franche “Angren” e”Jizzakh” e nel 2016 “Urgut”, “Gijduvan”, “Kokand” e “Khazarasp”. Nei primi mesi del 2017 sono state istituite quattro zone franche, oggi in tutto l’Uzbekistan operano le quattordici zone economiche libere. Sul territorio delle zone franche sono stati avviati cinquanta progetti per il valore di circa 400 milioni di dollari statunitensi: l’industria tessile, chimica, farmaceutica, alimentare, elettrica, automobilistica, la produzione di materiali da costruzione.

Lo sviluppo delle zone franche ha determinato l’aumento del volume degli investimenti attratti, propri ed esteri, nell’economia delle regioni e del paese.

Providentia_H

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...